10 Consigli per creare Contenuti di Qualità

content is king

Creare dei contenuti di buona qualità è uno dei metodi mediante il quale è possibile migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca. In realtà, in primis è importante mantenere il sito molto dinamico, quindi inserendo articoli e news.

In secondo luogo, se essi sono di qualità e quindi riscuotono successo in termini di lettura e/o condivisione, i click sul vostro sito web saranno numerosi e ciò contribuirà a migliorare la visibilità del vostro sito web.

La creazione di contenuti di valore ottimizzati per il web è una delle strategie vincenti del Web Marketing e fa parte delle fondamenta del SEO.

perché è un vantaggio avere contenuti di qualità?

Perché è un vantaggio avere contenuti di qualità?

I contenuti web sono infatti in grado di:

  1. Far guadagnare credibilità ed autorevolezza al sito web
  2. Offrire vantaggi per il business in termini, appunto, di conversione.

La famosissima espressione “Content is the King” che sicuramente leggerete anche voi ogni giorno, significa che tutto ruota intorno ai contenuti perché sono proprio questi a fare la differenza nei confronti dei competitors.

Per questo motivo i motori di ricerca premiano i siti con contenuti di una qualità eccellente qualificandoli come autorevoli.

Creare testi di valore significa molto di più rispetto a scrivere bene.

Ovviamente è buona norma seguire le regole ortografiche, di grammatica e sintassi, ma tutto ciò non è detto che voglia dire comunicare valore.

consiglipercontenutidiqualità

10 Consigli per contenuti di qualità

Ecco di seguito 10 consigli utili che ti aiuteranno a creare contenuti di valore per il web.

lunghezza testi seo

1. LUNGHEZZA DEI TESTI

Alcuni studi recenti hanno dimostrato che i contenuti dei post di blog premiati da Google con le prime posizioni nella SERP, sono composti da circa 2000 parole.

Scrivere testi eccessivamente lunghi non vuol dire scrivere contenuti di valore. La lunghezza del contenuto è importante se il testo rispetta la rilevanza e la pertinenza con la query dell’utente.

I contenuti più lunghi aiutano se si vuole puntare sulla lunga durata.

I contenuti più brevi possono essere utilizzati sui social network o sui siti di vendita. Possono convertire se dotati di giuste call to action, immagini ad hoc e di impatto.

non copiare scrivi in maniera originale

2. NON COPIARE TESTI ALTRUI, SCRIVI IN MODO ORIGINALE

Google penalizza i contenuti ricopiati mentre premia quelli originali, garantendo vantaggi in termini di posizionamento.

Quando parliamo di testi originali, si intende poter parlare di argomenti comuni, offrendo però un punto di vista alternativo, una prospettiva diversa che riesce a donare un valore aggiunto al lettore.

Un piccolo trucchetto è citare fonti autorevoli o influencer, che sarà un ottimo metodo per rafforzare il contenuto del tuo sito web.

l'importanza del titolo

3. L’IMPORTANZA DEL TITOLO

Secondo alcuni studi, 8 lettori su 10 leggono il titolo di un post ma solo 2 continueranno nella sua lettura integrale.

Questo sta a significare che il titolo è fondamentale per intrattenere ed attirare l’utente finale.

Quindi, mi raccomando, è importante creare titoli accattivanti che riescano ad incuriosire il lettore.

Se volete approfondire l’argomento, in questo articolo trovate 8 preziosi consigli per avere un titolo perfetto.

non lasciare il tuo sito web statico

4. NON LASCIARE IL TUO SITO WEB STATICO

La dinamicità è la parola d’ordine. Aggiornare costantemente il tuo sito web eviterà inoltre la penalizzazione da parte dei motori di ricerca, che infatti premiano la freshness, ossia la freschezza delle informazioni.

Dal punto di vista del lettore, inoltre, vedere che il sito web è sempre costantemente aggiornato e ricco di informazioni, lo farà considerare come al passo con i tempi.

scrivi ciò che è interessante per il target

5. SCRIVI CIO’ CHE RITIENI INTERESSANTE PER IL TUO TARGET

Quando all’inizio di questo articolo parlavamo di autorevolezza, intendevamo il fatto di essere degli esperti in quel determinato settore/argomento.

Per raggiungere questo risultato, è impensabile rivolgersi ad un target vasto ed eterogeneo. Punta piuttosto su una nicchia di mercato e rivolgiti ad essa con contenuti specifici.

Ciò ti permetterà anche di scegliere i temi da trattare ed il tone of voice da utilizzare.

scrivi semplice

6. SCRIVI SEMPLICE

Gli errori di grammatica, ortografia e sintassi sono banditi.

I refusi possono rovinare l’argomento ma soprattutto la credibilità della fonte, cioè tu.

Scrivere in modo semplice significa evitare frasi complesse e subordinate. È preferibile optare per frasi più brevi con termini di uso comune.

Altri suggerimenti sono, ad esempio, scrivere in paragrafi. Questo renderà la lettura più fluida e leggera.

Per quanto riguarda i font, è meglio scegliere quelli di uso comune come il Verdana o Arial, con una grandezza di almeno 12 punti.

E’ assolutamente vietato scrivere troppo grosso ma soprattutto tutto MAIUSCOLO.

Si invece, all’utilizzo di grassetti e corsivi, per rendere di più facile identificazione le parole/frasi ritenute più importanti.

Inoltre, si anche ad elenchi puntati e numerati, che rendono i contenuti più visibili a colpo d’occhio. Senza dimenticare che Google premia gli elenchi puntati, favorendo una migliore indicizzazione.

scegli una keyword ed utiliza anche i suoi sinonimi

7. SCEGLI UNA KEYWORD ED UTILIZZA ANCHE I SUOI SINONIMI

Nell’algoritmo di Google è contemplato anche il riconoscimento dei sinonimi da associare all’argomento scelto.

In questo modo i contenuti vengono ottimizzati e viene attribuita qualità al sito che fa uso delle variazioni della keyword principale.

scegli le immagini

8. SCEGLI LE IMMAGINI

I contenuti visivi sono fondamentali all’interno del sito web:

foto, immagini, tabelle, video sono in grado di rendere più accattivante il contenuto e a snellirlo contemporaneamente.

Non da sottovalutare, tutto questo aumenta anche la user experience dell’utente che legge.

Lo sapete che anche le immagini contribuiscono ad arricchire la solita questione del SEO? Inserendo nel nome dell’immagine l’attributo “alt”, cioè il testo alternativo delle immagini, si fornisce la descrizione e ne permette la visualizzazione nella ricerca per immagini.

inserisci i link

9. INSERISCI I LINK

Inserire i link tra una pagina e l’altra (si chiamano link interni) oppure ad una fonte esterna, sono un ottimo metodo per garantire l’ipertestualità e mostrare coerenza di argomenti.

Scrivere articoli correlati su un argomento può contribuire sia al posizionamento dei singoli post che dell’intero sito.

social network

10. SOCIAL NETWORK

Come tutti sappiamo, condividere sui social è un ottimo modo per ampliare il proprio bacino d’utenza, stimolando l’interesse degli utenti nei confronti dell’argomento.

in conclusione

In conclusione

I motori di ricerca determinano la qualità e l’autorevolezza di un contenuto web utilizzando parametri ed algoritmi in continua evoluzione.

Tuttavia, questi 10 consigli sono un evergreen per non sbagliare di pubblicare qualcosa di totalmente fuori dagli standard.

Se vi è piaciuto l’articolo e vi interessa approfondire l’argomento, vi consigliamo la lettura di questo articolo, con consigli per riuscire ad avere il proprio sito web tra i primi risultati su Google.

E voi, come comunicate con qualità? Scrivetecelo qui sotto nei commenti!