Linkedin: 5 consigli per un profilo vincente

banner linkedin

Internet offre numerosi canali medianti i quali è possibile incrementare il proprio business, sia esso di un’attività commerciale o libera professione. Importante è capire le peculiarità di ogni diverso canale, al fine di sfruttarlo al meglio evitando inutile dispendio di energie e tempo.

In questa sede prendiamo in esame il social network LinkedIn, capace di mettere in relazione le diverse professionalità creando reti personali ed iscrizioni a gruppi di interesse comuni.

La creazione del profilo su LinkedIn non va trascurata perché, se redatta con strategia, permetterà di raggiungere il giusto target aumentando quindi le possibilità di accrescere il business.


I 5 consigli per un profilo di successo su LinkedIn

I 5 consigli che ci teniamo a dare sono:

  1. Non vanno assolutamente trascurate le informazioni di primo impatto: la foto personale deve essere sobria e professionale; il sommario personaleheadline, che è situato sotto al nome e cognome – va redatto con cura cogliendo l’occasione per raccontare qualcosa di te in modo più personalizzato, invece di utilizzarlo come molti per inserire l’ultima occupazione ricoperta. In questo modo si crea empatia ed eviti di fornire informazioni ridondanti dal momento che se la ricerca effettuata ha portato al tuo profilo, è evidente che rispecchi – professionalmente parlando – le caratteristiche lavorative idonee.
  2. Costruisci un profilo professionale con le competenze ed esperienze adatte al target cui vuoi rivolgerti, inserendo preferibilmente dei contenuti multimediali che rendono meno piattala presentazione e di più intuitiva fruibilità.
  3. Crea una rete abbastanza ampia di collegamenti personali, al fine di avere maggiore probabilità che il tuo profilo circoli all’interno del social network. LinkedIn infatti prevede la possibilità di stringere relazioni con i collegamenti dei tuoi collegamenti – dunque di secondo livello – oltre chiaramente alla possibilità di richiederlo anche a chi non conosci ma che comunque ritieni sia importante avere all’interno della tua rete.
  4. Sii attivo su LinkedIn: posta commenti, partecipa alle discussioni, poni domande, dimostrati interessato agli argomenti, interagisci con i gruppi che stimolano la tua curiosità. In poche parole, emergi.
  5. Importante è infine lavorare sulle parole chiave che ti caratterizzano. Personalizza la voce Endorsement (competenze) decidendo quali parole mantenere e quali modificare per rendere più specifico e veritiero possibile il tuo profilo. Si consiglia di non superare le 10-15 parole chiave. Per quanto riguarda le Recommendation (ossia le segnalazioni) privilegia i commenti dei tuoi superiori e clienti che evidenziano le tue peculiarità, mettendo in secondo piano invece i commenti dei tuoi “colleghi” che potranno elogiarti ma sicuramente in maniera meno incisiva di chi ha scelto te come subordinato e/o fornitore di servizi.

 

Questi pochi ma utili consigli ti permetteranno di focalizzarti sugli obiettivi che tale social network si propone di far raggiungere.

Se hai bisogno di consulenza per migliorare la tua immagine, contattaci a info@wombo.it