Strategie di visibilità: quali analisi per essere primi su Google

strategie di visibilità marketing

La visibilità di un sito web è fondamentale. E’ un concetto così ampio che ogni angolazione da cui lo guardiamo propone sempre diverse e personali interpretazioni.

Parlare di strategie di visibilità significa concepire sempre il sito web come DINAMICO e non statico.

Parlare di strategie di visibilità significa parlare di una serie di analisi che richiamano:

  • Clienti
  • Competitors
  • Mercato

E prima di addentrarci nell’argomento, ecco l’indice degli argomenti trattati:

come essere primo su google

Essere il primo risultato Google a qualsiasi costo?

Trattando l’argomento visibilità è necessario considerare il diretto interessato, Google, che analizza meccanicamente tutti i siti secondo parametri ed algoritmi.

Un ottimo sito web, in prima pagina dei motori di ricerca, potrebbe comunque non avere una buona resa.

Questo può succedere perché all’interno del sito web non vi è una buona comunicazione. Se è in prima pagina è sicuramente un successo, ma che non dica niente o semplicemente riporti ad una lista di cose/prodotti/servizi senza dare informazioni concrete, p a scapito della visibilità e sicuramente della sua utilità.

Va ammesso, che molti siti in prima pagina non rendono perché non hanno alla base nessuna strategia di visibilità.

Stabilito che la prima pagina di Google non è così determinante in termini di comunicazione inesistente, è utile analizzare come siamo posizionati nei confronti della concorrenza. Essere indicizzati in modo migliore rispetto a loro, non significa avere una strategia vincente. Spesso infatti, può accadere di scalare le posizioni solo per giochi di tag o di parole. Da sottolineare come questa tattica sia del tutto controproducente dal momento che prima o poi sarai penalizzato dalle statistiche di Google, perdendo vertiginosamente posizioni.

strategie di visibilità

Strategie di visibilità: quali analisi effettuare?

È utile quindi analizzare come siamo posizionati nella prima pagina di Google.

Si sente la mancanza strategica quando la prima pagina è in ricerche poco frequenti o in ricerche che difficilmente vengono fatte dal navigatore. Questa analisi deve essere fatta da:

  • Chi segue le strategie del sito
  • Il titolare del sito
  • Lo staff di marketing

Un sito web deve necessariamente avere un progetto strategico che integri:

  • Azienda
  • Prodotti
  • Strategie d’insieme

Senza questi aspetti, senza vedere il sito come uno strumento di lavoro, non ha senso perdere tempo in termini di visibilità che non possono essere contestualizzati e devono essere sempre coordinati per fare risultati.

Bisogna intendere il sito web come un mezzo per comunicare e arrivare al cliente finale, con una linea di trasparenza che comprende il chi siamo, cosa facciamo e che prodotti offriamo.

E in linea con questo mood, mediante il sito, siamo in grado di adottare strategie differenti di visibilità che rispettino l’azienda, il cliente, i prodotti e le offerte.

E tu, hai una strategia alla base del tuo sito web?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *